venerdì 28 novembre 2008

Paste di meliga... sapori piemontesi

torno..e torno con un classico piemontese: le paste di meliga.

Le Paste di Meliga hanno una ricetta antica che si perde nel tempo: si vuole che siano nati per necessità di fronte ad un cattivo raccolto che aveva fatto salire alle stelle il prezzo del frumento. I fornai cominciarono quindi a mescolare il fior di farina (oggi definito farina OO) con il fumetto di mais, cioè con la farina ricavata dal mais macinata finissima, del tipo non utilizzabile per la polenta ma destinata a confezionare dolci.
A me hanno appena regalato invece 1kg di farina per fare la polenta, quindi macinata ancora nel mulino a legna.
questo piccolo dettaglio non mi ha scoraggiato e così...perchè non fare questo dolce? Inoltre con questa ricetta non vengono molto burrosi


ingredienti
  • 4 tuorli
  • 300 gr. di farina di mais
  • 350 gr. di farina 00
  • 200 gr. di zucchero
  • 200 gr. di burro
  • 1 fialetta di essenza al limone
  • 150 ml. di latte
  • 1/2 bustina di lievito

procedura
  • lavorare il burro (lasciato precedentemente ammorbidire a temperatura ambiente) con lo zucchero fino ad ottenere una bella crema
  • incorporare uno alla volta i tuorli
  • aggiungere la fialetta di aroma o anche la scorza grattugiata di un limone
  • aggiungere un po' alla volta la farina00 setacciata, la farina di mais e il lievito
  • a questo punto l'impasto avrà sempre di più la consistenza di un mattone: nessun problema!!! versate il latte e se non bastano 150 ml. aggiungete fino ad ottenere un composto consistente come una frolla
  • stendere con il mattarello e tagliare la forma, se invece è rimasto piuttosto molle versare il composto in una siringa e fare degli anelli
  • cuocere in forno a 180° per 15 minuti

1 commento:

salsadisapa ha detto...

ciao! prima di farmi un giretto fra le tue belle ricette, volevo dirti che mi fa molto piacere che tu abbia inserito la mia "lista della spesa" mese per mese, perché è bene che la gente si sensibilizzi a questo tema. magari però mi avrebbe fatto piacere che tu mi chiedessi di poterla copiare para para dal mio blog, visto che è farina del mio sacco ;-) o, quanto meno, mi sarei aspettata di essere elencata fra i tuoi link: la lista della spesa non è certo coperta da copyright (ahahah sarebbe assurdo!), si tratta solo di pura e semplice "cortesia". scusa se mi sono permessa! e aggiorna la lista che siamo in dicembre! :-D ciao!